Webinar APF - Dialogo tra giudice e avvocato

31 MARZO 2021 WEBINAR 31 marzo 2021 - dalle ore 15.00 alle ore 17.00 CONCEZIONE UNITARIA O FRAMMENTATA DELL'ASSEGNO DI DIVORZIO. LA NATURA POLIEDRICA DELL'ISTITUTO E LE POSSIBILI CONSEGUENZE IN CASO DI NUOVA CONVIVENZA.

Indennità di accompagnamento del de cuius: è necessaria la reiterazione della domanda in sede amministrativa da parte degli eredi?

19 MARZO 2021 IL CASO. Con sentenza n. 904/2015, la Corte d’appello di Napoli, aderendo alla decisione assunta sul punto dal giudice di prime cure, dichiarava improponibile la domanda degli eredi di D.C. volta ad ottenere l’indennità di accompagnamento già richiesta in vita dalla de cuius, ma rispetto alla quale non si era, tuttavia, riusciti ad effettuare in tempo l’accertamento sanitario sulla persona dell’istante.

Il figlio ultrasessantenne disoccupato ha ancora diritto a rimanere nella casa dei genitori?

19 MARZO 2021 Con l’ordinanza n. 3163/2021, la Cassazione civile ha chiarito che il genitore non ha l’obbligo di mantenere il figlio ultrasessantenne, anche se disoccupato, né ha il dovere di prestargli gli alimenti in ragione della sua inattività lavorativa protrattasi per oltre vent’anni, e così pure ha diritto a riavere in restituzione l’abitazione datagli in comodato.

Gli utili non distribuiti non si computano ai fini della determinazione dell’assegno di mantenimento

19 MARZO 2021 Con ordinanza del 22 febbraio 2021, n. 1145, il Tribunale di Cagliari, a soluzione della riserva formulata all’esito della fase presidenziale, sentite le parti e dato atto del fallimento del tentativo di conciliazione, ha assunto le decisioni provvisorie in ordine ad una separazione nella quale era in discussione, fra l’altro, la rilevanza degli utili non distribuiti di una società di cui era socio uno dei coniugi.

Genitori troppo litigiosi? I figli sono affidati al Comune

Con sentenza dell’11 febbraio 2021, n. 1145, il Tribunale di Milano, nel dichiarare la separazione giudiziale tra i coniugi, ha disposto il collocamento paritario delle figlie presso entrambi i genitori ed il contestuale affidamento al Comune, incaricato di assumere le decisioni di maggior interesse relative alla loro istruzione, educazione, salute e residenza. 19 MARZO 2021

Mantenimento per il figlio maggiorenne: un importo elevato è diseducativo?

Con la recente ordinanza n.2020/2021 la Corte di Cassazione ha ribadito che la tutela dell’interesse morale del figlio, minorenne o maggiorenne non ancora autosufficiente, costituisce il fine che deve ispirare l’esercizio della responsabilità genitoriale ed altresì ogni provvedimento giudiziale riguardante i figli anche con riferimento alla quantificazione del contributo al mantenimento, in modo da consentire ogni opportunità di crescita sociale e professionale del figlio, ma non certo una ingiustificata retrocessione delle condizioni di vita materiale. 19 MARZO 2021
Ok
Questo website usa cookies. Maggiori dettagli