Il coniuge infedele e il suo amante non sono civilmente responsabili se non ledono un “diritto costituzionalmente protetto” del consorte (e il datore di lavoro non è tenuto a vigilare sulla fedeltà coniugale dei suoi dipendenti)

18 APRILE 2019 La recente ordinanza n. 6598/2019 della Cassazione civile si segnala all’attenzione perché da una vicenda assai singolare il Giudice di legittimità trae occasione per focalizzare gli aspetti salienti della responsabilità civile da infedeltà coniugale ed inoltre perché con essa questi la prima volta si occupa della “responsabilità dell’amante”.

La Corte d’Appello di Napoli in equilibrio tra il diritto all’educazione religiosa e quelli alla libertà religiosa e alla salute

18 APRILE 2019 IL CASO. Nel decidere una separazione giudiziale relativa ad una “coppia mista”, il Tribunale di Avellino, dopo aver premesso di ritenere, ai sensi dell’art. 30 della Costituzione, comprimibile il diritto dei genitori ad impartire un’educazione religiosa al figlio nel superiore interesse di questi, ha stabilito il divieto ad entrambi i genitori di impartire educazione religiosa alla figlia ultradodicenne, in quanto “l’educazione contemporanea di SA a due culti diversi potrebbe generare solo confusione e disorientamento perché a questa verrebbero imposti valori morali e modelli comportamentali di riferimento diversi ed incompatibili tra loro”.

CORSO INTRODUTTIVO ALLA PRATICA COLLABORATIVA PADOVA MAGGIO - GIUGNO 2019

Nei giorni 31 maggio, 6-7 giugno e 14 giugno 2019 si terrà a Padova il corso introduttivo alla pratica collaborativa, organizzato dall’AIADC. Molti dei soci APF sono già formati a questa pratica, altri non lo sono ma la conoscono, qualcuno magari non ne ha ancora sentito parlare. 18 APRILE 2019

Curare la malattia o prendersi cura della persona? La conversazione in medicina

Molti sono gli scritti che oggi si occupano di medicina narrativa. Questa attenzione è senz’altro l’esito del mutamento di paradigma nel rapporto medico-paziente, con un approccio sempre più soggettivo, pensato con il paziente, in una corresponsabilità nel processo terapeutico oggi sancita anche dalla legge n. 04 APRILE 2019