La PAS nelle aule giudiziarie penali

Anna Silvia Zanini, Avvocato del Foro di Vicenza La Parental Alyenation Sindrome, oggi ridenominata “alienazione parentale”, “simbiosi” e “conflitto di lealtà”, teoria secondo cui le donne manipolerebbero i figli per allontanarli dal padre, è stata elaborata negli anni ’80 dallo psichiatra americano Richard Gardner e continua ad essere rigettata nell’ambiente scientifico. 19 LUGLIO 2021

Due provvedimenti accurati, pragmatici, eseguibili … dunque esemplari

Gianluca Conte, Dottore magistrale in Giurisprudenza Si è efficacemente detto che dalle decisioni della Suprema Corte in materia di Pas succedutesi dal 2013 ad oggi (per la cui compiuta disamina si rimanda alla scheda “L’evoluzione della giurisprudenza di legittimità in tema di alienazione genitoriale: da sindrome a colpa d’autore”), si trae l’insegnamento che «occorre seguire un approccio “dal basso”, anziché “dall’alto”: occorre muovere, cioè, da un’attenta valutazione, in concreto, della capacità genitoriale del soggetto ritenuto “alienante”, che valorizzi gli eventuali positivi rapporti di accudimento con il minore e verifichi ogni possibilità di intraprendere un percorso di effettivo recupero della relazione con il figlio», (Antonio Scalera in Questione Giustizia https://www. 19 LUGLIO 2021

La (im)possibilità di eseguire coattivamente i provvedimenti riguardanti i figli

Luna Zampieri, Avvocato del Foro di Padova Com’è noto, il figlio minore ha il diritto di mantenere rapporti equilibrati e continuativi anche con il genitore non convivente, chiamato a garantire, in solidarietà con l’altro genitore, l'assolvimento degli obblighi di cura, istruzione, assistenza morale e materiale della prole (Cfr. 19 LUGLIO 2021
Ok
Questo website usa cookies. Maggiori dettagli